Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Malta. Proseguono le ricerche sul relitto fenicio di Xlendi a Gozo

Nonostante le difficoltà causate dalla situazione attuale, non si sono arrestate le ricerche sullo straordinario sito sommerso del relitto fenicio di Xlendi Bay, a Gozo. L'Università di Malta, che lavora sul relitto grazie al sostegno di Heritage Malta, Ministry of Gozo, Ministry for Tourism/Malta Tourism Authority, Honor Frost Foundation e Malta International Airport ha proseguito anche nel 2020 i lavori di documentazione sulla nave che giace, dal VII secolo a.C., a 110 metri di profondità a poca distanza dal villaggio di Xlendi, sulle coste di Gozo, la più settentrionale delle isole dell'arcipelago maltese. 

Il sito, di eccezionale importanza per le condizioni di conservazione e la rarità del carico, fu identificato grazie al Side Scan Sonar nel 2007, ed è stato investigato anno dopo anno grazie alle più moderne tecnologie; scavi ad alto fondale, esplorazioni per mezzo di sottomarini e ROV, documentazione 3D e fotogrammetria sono solo alcune delle attività portate avanti su q…

Ultimi post

Immagine

Kamarina, conclusa la IV campagna di ricerca dell'Università di Udine sul Relitto delle Colonne

Immagine

Un nuovo relitto dalle acque della Liguria. Potrebbe essere il Santo Spirito

Immagine

Agropoli, in spiaggia i resti del relitto di Punta del Fortino?

Immagine

Svezia, saccheggiato il relitto cinquecentesco di Dalarö

Immagine

Reggio Calabria, nuove ricerche sui fondali dello Stretto fino a -300 mt.

Immagine

Ponza, un'anfora antica gettata tra i rifiuti.

Immagine

Mortella III: un volume sul relitto cinquecentesco di Saint-Florent

Immagine

Con lo smartphone tra le ville sommerse di Baia

Immagine

Sul relitto di Xlendi direttamente con lo smartphone

Immagine

Dantedì